Rispetta l’ambiente, applica lo smaltimento corretto

Una volta terminato l’olio extravergine d’oliva è importante prestare attenzione allo smaltimento corretto del contenitore. Ogni parte del contenitore può essere riciclata, pertanto è fondamentale che venga gettata nella raccolta differenziata come è previsto dal comune in cui ti trovi.
Riciclare significa trasformare i rifiuti in qualcosa di nuovo. Il riciclo di vetro, metalli, plastica, carta è un processo molto importante per la salvaguardia dell’ambiente e per l’economia.
Ecco come le confezioni dell’olio extravergine di oliva possono essere smaltite e partecipare alla vita ecosostenibile del pianeta.

VETRO
La bottiglia di vetro può avere una nuova vita: la puoi lavare e riutilizzare per nuovi scopi oppure la puoi gettare nella raccolta differenziata, nel contenitore del vetro.
Il vetro è particolarmente importante da riciclare perché non si decomporrà mai nelle discariche. Ecco come può essere riciclato:
Le bottiglie di vetro vengono gettate nei cassonetti per il riciclaggio e il vetro viene raccolto in camion e portato in un impianto di trattamento del vetro. Il vetro è ordinato a mano per colore e lavato per eliminare i contaminanti. Le bottiglie di vetro vengono frantumate, fuse e modellate in nuovi vasetti e bottiglie. Il vetro viene rispedito ai negozi in nuovi prodotti per essere riutilizzato. Il vetro non si degrada attraverso il riciclaggio, quindi può essere utilizzato all’infinito. Inoltre, le vecchie bottiglie di vetro possono essere utilizzate per nuovi prodotti come i mattoni o per altri usi decorativi.

METALLO
La lattina di metallo dell’olio extravergine di oliva può avere una nuova vita: gettala nella raccolta differenziata nella sezione dedicata ai metalli. Gli oggetti di metallo, al pari di quelli di plastica, occupano un ruolo importante nella nostra vita quotidiana: ci ritroveremo a partecipare alla creazione di posate, barattoli, vasetti, lattine e tappi con il metallo riciclato. Inoltre, il metallo è ampiamente utilizzato nell’edilizia e nell’industria.

PLASTICA
I tappi di plastica da riciclare vengono raccolti dai punti di riciclaggio e nei cassonetti per la raccolta differenziata del tuo quartiere; vengono portati via in grossi camion per essere smistati e frantumati in grossi blocchi di plastica. I blocchi sono tagliati in piccoli fiocchi di plastica – che assomigliano a dei granuli di mais piccoli e colorati. I fiocchi vengono lavati e asciugati e portati per essere sciolti e trasformati in nuovi oggetti di plastica. Gli oggetti di plastica riciclati possono essere trasformati in nuovi prodotti come parti di automobili, moquette e vestiti.

CARTA E CARTONE
Se chiederai la spedizione con il corriere, riceverai il prodotto dentro confezioni di cartone. Il cartone va gettato nella raccolta differenziata dedicata alla carta e cartone. Tali materiali vengono raccolti presso i punti di riciclaggio della carta e portati nelle cartiere. Nella cartiera, grandi nastri trasportatori alimentano la carta usata nell’impianto di preparazione della fibra. Acqua e prodotti chimici vengono mescolati con la vecchia carta e trasformati in polpa. Questo elimina l’inchiostro e altri contaminanti dalla carta. Il risultato è una carta molliccia e pastosa chiamata polpa. La polpa viene iniettata tra fogli di rete metallica per formare un foglio di carta umido. Questo è essiccato e la nuova carta è fatta di carta riciclata. Dopo che si è asciugata, la carta viene lucidata e arrotolata in grandi bobine. Alcuni di questi sono larghi 10 metri e pesano fino a 30 tonnellate! Le bobine di carta vengono tagliate in piccoli formati e vendute alle aziende che necessitano di carta per i loro prodotti.