Premio Olivo della Strega 2014 – 2° fruttato leggero – Olio Sassi Bianchi di Alfiero Pellegrini

Premiazione Olio Extravergine d'oliva Sassi Bianchi Olivo della Strega 2014
Premiazione Olio Extravergine d’oliva Sassi Bianchi Olivo della Strega 2014

Quando gli sforzi per una gestione sostenibile e corretta viene riconosciuta…. succede così!

Al premio provinciale Olivo della Strega l’azienda agricola Sassi Bianchi di Alfiero Pellegrini si è meritata il podio anche nel 2014: secondo classificato per olio extravergine d’oliva fruttato leggero.

L’olio extravergine d’oliva Sassi Bianchi è un ottimo olio toscano che si abbina perfettamente con il pesce, i cruditè di verdure, di carne, di pesce, di funghi, con i crostacei. E’ un olio dal un carattere preciso ma che non copre il sapore delle pietanze a cui viene abbinato.

l’Olio Extravergine di Oliva “SASSI BIANCHI” anche nel 2013 è sul podio!

Premiazione Olio Extravergine d'oliva Sassi Bianchi - Olivo della Strega 2013
Premiazione Olio Extravergine d’oliva Sassi Bianchi – Olivo della Strega 2013

Anche l’edizione 2013 del concorso provinciale (di Grosseto) l’Olivo della Strega ha avuto il suo bel da fare per scegliere tra tante bontà candidate.

Gli oli extravergine di oliva sono stati valutati e selezionati in modo anonimo dal panel test della Camera di Commercio di Grosseto.

Il nostro olio “Sassi Bianchi” è sul podio!

Dall’articolo de “Il Tirreno” del 10/07/2013 <<Fra i 54 partecipanti sono risultati vincitori: per la categoria “fruttato leggero”, 3ª l’azienda agricola “S.Michele” di Antonella Barsanti di Pitigliano, 2ª “Sassi Bianchi” di Alfiero Pellegrini di Grosseto e 1ª “Terre d’olivi” di Pitigliano; per la categoria “fruttato medio”, 3ª l’azienda agricola “Solidar” di Lorenzo Andi di Pitigliano, 2º Niccolò Mascelloni di Castel del Piano e 1º classificato il “Frantoio Franci” ancora di Castel del Piano; infine, per la categoria “fruttato intenso”, 3º Leonardo Salustri di Pitigliano, 2º “Olio di Nonno Adamo” di Adamo Piccini di Seggiano e 1º “Capua Winery” di Manciano.>>

“La formula vincente è un insieme di peculiarità che si integrano e concorrono al risultato: la posizione dell’oliveto in Maremma Toscana, la composizione geologica dello stesso, le cultivar, la cura prestata ai terreni ed alle piante, e soprattutto l’attenzione nei vari processi di raccolta fatti al punto giusto di maturazione, raccolte esclusivamente dalla pianta, molite a freddo in brevi tempi dalla raccolta… sono la nostra ricetta di virtuosità del prodotto. La buona pratica, l’amore di mio padre nel mettere in pratica le esperienze di una vita e degli studi, portano ad un buon risultato.” Questa è la dichiarazione di Erica, figlia del  titolare dell’azienda Alfiero Pellegrini.